La posa della croce sull’Alpe di Monghidoro

Dal sito degli amici di OltrAlpe: “All’inizio degli anni ’60 del secolo scorso, Giuseppe Monti detto Gaggio, si mise a capo di un gruppo di volonterosi con l’intento di erigere una nuova croce sull’Alpe. Si unirono quindi a lui Miglio d’la Stre con suo figlio Lampadina, Ugo Schela, Tonino Lanzoni, Toni Monari con suo figlio Renzo, Anselmo Bruzzi, Predo fratello di Gaggio e tanti altri. Miglio e Lampadina, con una piccola ruspa, aprirono una pista che diventò poi l’attuale strada per arrivare alla sommità dell’Alpe, per trasportare i materiali ed erigere la croce. Ultimato questo lavoro, decisero di captare le sorgenti e rendere possibile il prelievo dell’acqua ai visitatori dell’Alpe. Il lavoro si rivelò particolarmente impegnativo, in quanto all’epoca non vi erano piste per il passaggio di mezzi meccanici. Queste opere crearono interesse verso l’Alpe. Si iniziò a parlare dell’Alpe e cominciarono le prime escursioni da parte dei Monghidoresi. Tanti altri si impegnarono, ne abbiamo elencato solo alcuni ma il ringraziamento di Oltr’Alpe va comunque a tutti. Un ricordo anche per l’amico Carlo Calzolari Mazzi per i consigli e l’assistenza.”

Qui il video La croce sull’Alpe – 12 settembre 1962

La Croce dell'Alpe, foto di Giulia Monti

La Croce dell’Alpe, foto di Giulia Monti

Foto di Giulia Monti

Foto di Giulia Monti

Foto di Giulia Monti

Foto di Giulia Monti

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...