96 anni fa: il 15 maggio 1916 comincia l’offensiva austriaca sul fronte degli altipiani trentini nota in seguito come Strafexpedition

Il secondo anno di guerra sul fronte italiano fu caratterizzato da una violenta offensiva austriaca sferrata dal saliente del Trentino e dal proseguimento delle operazioni sull’Isonzo. Conrad, capo di stato maggiore austro-ungarico dal 1906 al 1911 e dal 1912 al 1917, aveva messo a punto un piano che prevedeva di irrompere dalle forti posizioni a sud di Trento e di raggiungere la pianura padana tra Verona e Vicenza, prendendo così alle spalle le forze schierate a est. Per inciso, Conrad aveva suggerito di attuare lo stesso piano nel 1909, in concomitanza con il terremoto di Messina quando gran parte dei soldati italiani erano impegnati nelle operazioni di soccorso, e ancora nel 1911 quando esercito e marina combattevano in Libia contro la Turchia. L’alto comando tedesco espresse parere negativo, ma gli austro-ungarici proseguirono nella preparazione ammassando dietro il fronte dell’attacco, da ovest a est, l’11a armata di Dankl e la 3a di Köwess, per un totale di circa 200 battaglioni appoggiati da circa 1.000 pezzi d’artiglieria. Di fronte era schierata la 1a armata italiana del generale Guglielmo Pecori-Giraldi con 160 battaglioni e circa 700 bocche da fuoco.
La Strafexpedition (o spedizione punitiva, come fu battezzata dagli austriaci) iniziò il mattino del 15 maggio 1916 su un fronte di circa 40 km dalla Val Lagarina alla Valsugana. I combattimenti si concentrarono sugli altipiani di Tonezza e Asiago, dove le truppe italiane furono costrette a indietreggiare nonostante la strenua resistenza opposta soprattutto nei settori del Coni Zugna, Passo Buole, Pasubio, Cengio, Cimone. Il 27 maggio gli attaccanti conquistarono Arsiero e il giorno dopo Asiago: l’invasione verso Schio e Bassano sembrava inevitabile. Ma il rapido concentramento di rinforzi fatti affluire da altri fronti, che in parte andarono a costituire la nuova 5a armata schierata in pianura, permise al comando supremo italiano di arginare la pressione avversaria sull’estremo limite degli altipiani. Ai primi di giugno l’inizio di un nuovo attacco russo in Galizia costrinse Conrad a trasferire parte delle truppe schierate nel Trentino e l’offensiva si esaurì.

Se volete approfondire questo importante episodio del grande conflitto del 1915-18 potete farlo sfogliando il libro Storia fotografica della Prima Guerra Mondiale prelevandolo dalla biblioteca dell’Antica Frontiera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 20° secolo, Prima Guerra Mondiale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 96 anni fa: il 15 maggio 1916 comincia l’offensiva austriaca sul fronte degli altipiani trentini nota in seguito come Strafexpedition

  1. Max ha detto:

    il fantaccino Amedeo Niccolai da Cinigiano, 69 Rgt.Fanteria Ancona ( Grosseto Distretto militare di Siena classe 1886., scompare sul Monte Pioverna il 22 maggio 1916, mentre è in corso l’offensiva austriaca .Io, suo nipote, cerco da sempre sue notizie, come li ha cercate in vita sua figlia, mia madre, che è nata due mesi prima della sua scomparsa e non lo ha mai conosciuto.Chi potesse fornirmi qualche informazione mi scriva a questo indirizzo volcacio@alice.it. Grazie.

  2. Massimo Ciani ha detto:

    il mio appello del 28 aprile 2013 non ha avuto alcuna risposta.Mio nonno Amedeo Niccolai rimane ancora un ignoto.Ho deciso di saldare il debito morale che ho verso di lui e verso sua figlia, mia madre, che non l’ha mai conosciuto.Sto ultimando un romanzo in cui il fantaccino è protagonista, pur non essendo arbitro della sua vita.La mia fantasia sopperisce alle lacune della storia.Nonno Amedeo chiude la sua parabola terrena a soli trentanni, moglie e quattro figli.Lo fa in un modo dignitoso.Il romanzo sarà pubblicato nella primavera del 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...